• Isaia Silvano | Daelar Animation

Capitolo 3.1: Dal bianco-nero al colore (1932 - 1935)

1932

The idea | Manuale Daelar Animation
The Idea - Berthold Bartosch

La serie Silly Symphony della Walt Disney Productions comincia ad essere distribuita in tutti gli Stati Uniti d'America dalla casa di distribuzione United Artists.

Pat Sullivan, il principale concorrente di Walt Disney, chiude il proprio studio in seguito alla crescente impopolarità dell'ex star animata di Hollywood Felix the Cat.

A Los Angeles viene introdotto il premo Academy Award for best animated short film. Si tratta del primo riconoscimento internazionale creato per il cinema d'animazione.

FLOWERS AND TREES | Cortometraggio seriale

GUARDA: [ YOUTUBE ]


Uno degli episodi più famosi e celebri della serie Silly Symphony, diretto da Burt Gillett. Si tratta del primo cartone animato a colori realizzato con il processo Technicolor in three strips. Flowers and Trees riscuote un enorme successo ed è il primo cartone animato a vincere l'Academy Award al "Miglior cortometraggio d'animazione". Grazie alla notorietà sempre maggiore dell'azienda, la Disney si assicura i diritti esclusivi per l'utilizzo del Technicolor a gamma completa di colori primari fino al 1935, lasciando quindi agli studi rivali la possibilità di colorare i propri cartoni animati solo con processi di qualità inferiore. Questo importante accordo con la Technicolor porta la Walt Disney Productions a diventare definitamente la casa di produzione più fiorente e invidiata del panorama internazionale dell'animazione.

MICKEY'S REVUE | Cortometraggio seriale

GUARDA: [ YOUTUBE ]


Cartone animato di Mickey Mouse con le prime apparizioni di Goofy (Pippo), Minnie Mouse, Horace Horsecollar e Clarabelle Cow. Il cortometraggio è diretto da Wilfred Jackson, uno degli animatori e dei registi più importanti e affidabili della Disney e dell'intera storia dell'animazione.


STOPPING THE SHOW | Cortometraggio seriale

GUARDA: [ YOUTUBE ]


Primo corto dedicato esclusivamente a Betty Boop, da anni ormai il volto animato più famoso e acclamato dei Fleischer Studios e dell'animazione seriale statunitense.

L' IDÉE [THE IDEA] | Mediometraggio

GUARDA: [ YOUTUBE ]


Mediometraggio animato allegorico di Berthold Bartosch, basato sulla wordless novel omonima del 1920 dell'artista fiammingo Frans Masereel. La protagonista è una donna senza veli che rappresenta l'idea di un pensatore. Mentre la ragazza vaga nel mondo, le autorità spaventate cercano invano di coprire la sua nudità. Un uomo la difende e per questa ragione viene successivamente giustiziato. La violenta repressione eseguita dai rappresentanti del potere si dovrà dunque confrontare con la rivoluzione sociale ispirata dalla protagonista e dal coraggio del salvatore. Bartosch (che aveva già lavorato con Lotte Reiniger) trascorre due anni ad animare il film, inizialmente in collaborazione con Masereel. Il regista utilizza tecniche complesse con più livelli di immagine sovrapposti per poter creare un'opera breve estremamente dettagliata. Il mediometraggio presenta, inoltre, una soundtrack del compositore svizzero Arthur Honegger eseguita con le ondes Martenot. Si tratta forse della prima colonna sonora elettronica della storia del cinema. La versione sonora del film incontra un pubblico ricettivo in Europa, sebbene la sua distribuzione venga presto limitata a causa della censura, la quale condanna i temi socialisti trattati dal regista. Infatti, nonostante le obiezioni della stampa, i nazisti sopprimono l'opera in Germania insieme ad altri lavori di Masereel, facendoli dunque cadere presto nell'oblio della memoria comune. Bartosch realizzerà negli anni successivi una serie di corti pubblicitari animati, tentando in seguito di produrre un lungometraggio animato a colori contro la guerra chiamato Saint Francis: Dreams and Nightmares. Il progetto verrà purtroppo abbandonato quando lui e la moglie fuggiranno da Parigi, loro dimora momentanea, per riuscire a scampare ai nazisti entrati nel frattempo nella capitale francese. Le porzioni completate del film d'animazione scompariranno durante l'occupazione tedesca della città.

MINNIE THE MOOCHER | Cortometraggio seriale

GUARDA: [ YOUTUBE ]


Episodio di Talkartoons in cui Betty Boop e Bimbo, spaventati da un coro di fantasmi, scappano di casa in preda al terrore. Il cortometraggio contiene una sequenza introduttiva che inscena Cab Calloway e la sua orchestra mentre eseguono la canzone St. James Infirmary. Si tratta di uno dei migliori esempi nella storia dell'animazione di sapiente utilizzo della tecnica rotoscope.

IT'S GOT ME AGAIN! | Cortometraggio seriale

GUARDA: [ YOUTUBE ]


Primo corto di Merrie Melodies nominato per l'Oscar al "Miglior cortometraggio d'animazione". Il titolo si riferisce a It's Got Me Again! (musica di Bernice Petkere, testi di Irving Caesar), canzone che viene eseguita durante il cartoon. Il corto inscena una tribù di topi simili a Mickey Mouse che si muovono e ballano in una stanza piena di strumenti musicali mentre la traccia risuona da un grammofono. Quando un gatto affamato si presenta e cerca di mangiare i topi, la maggior parte scappa ma uno di loro rimane intrappolato. Fortunatamente, lo sventurato topino viene subito salvato dagli altri, che usano gli strumenti musicali nella stanza come armi per scacciare il felino.


1933

Three Little Pigs | Manuale Daelar Animation
Three Little Pigs - Walt Disney | © Walt Disney Pictures

In seguito a varie controversie sul piano finanziario, Hugh Harman e Rudolf Ising si separano da Leon Schlesinger e spostano la produzione di Bosko alla Metro-Goldwyn-Mayer.


Schlesinger, detentore dei diritti delle serie Looney Toons e Merrie Melodies, fonda la Leon Schlesinger Productions, studio d'animazione che presto diventerà uno dei principali competitori di Walt Disney nella produzione d'animazione seriale. Sotto la supervisione di Schlesinger nasceranno infatti tutti i personaggi animati più famosi distribuiti dalla Warner Bros. Per gestire il nuovo studio, il produttore chiama a sé professionisti promettenti come Isadore "Friz" Freleng, Robert McKimson e Robert "Bob" Clampett (ex animatori di Harman e Ising), Chuck Jones dallo studio di Ub Iwerks e Frank Tashlin dalla Van Beuren Productions.


La Metro-Goldwyn-Mayer termina di netto la collaborazione con Ub Iwerks, cancellando la serie Flip the Frog, e comincia a distribuire i cartoni animati di Hugh Harman e Rudolf Ising. In seguito a questo rifiuto, i cortometraggi di Iwerks riprendono ad essere pubblicati dalla Celebrity Productions di Pat Powers, produttore che continua a sostenere senza remore l'animatore di Steamboat Willie. I rappresentanti della Metro-Goldwyn-Mayer, prima di allontanare definitivamente Iwerks, danno all'artista la possibilità di realizzare due serie animate ex novo.


Lo storico animatore veterano Dick Huemer (Bray Productions & Inkwell Studios) viene licenziato dallo studio di Charles Mintz, casa di produzione che, dunque, continua la produzione di Scrappy senza il suo autore originale.

THREE LITTLE PIGS [I TRE PORCELLINI] | Cortometraggio seriale

GUARDA: [ YOUTUBE ] GUARDA: [ YOUTUBE: scena del "Fuller Brush man" ]


Cortometraggio della serie Silly Symphony che nel 1935 vince l'Oscar al "Miglior cortometraggio d'animazione". Il film, diretto da Burt Gillett, costa $22.000 alla Disney, che incassa invece ben $250.000 dopo la sua uscita nelle sale teatrali. Nel 1994, il corto verrà votato undicesimo tra i cinquanta migliori cartoni animati di tutti i tempi da mille professionisti del campo dell'animazione, mentre nel 2007 verrà selezionato dalla Biblioteca del Congresso per essere conservato nel National Film Registry degli Stati Uniti d'America perché considerato "culturalmente, storicamente ed esteticamente significativo". La canzone presente nel corto, Who's Afraid of the Big Bad Wolf, composta da Frank Churchill, diventerà infatti negli anni '30 l'inno popolare della lotta alla Grande depressione in tutti gli USA. La sequenza del film che inscena il lupo cattivo come uno stereotipato venditore ambulante ebreo dovrà essere corretta per la ripubblicazione del corto nei cinema del 1948. In questa edizione, il personaggio interpreta un Fuller Brush Man (comune venditore porta a porta), anche se rimane doppiato con un accento yiddish e viene comunque caratterizzato con il medesimo travestimento di naso, occhiali e barba. Le emittenti che negli anni '60 trasmetteranno il corto nelle televisioni statunitensi modificheranno ulteriormente l'aspetto del personaggio, ricreando la voce del lupo in modo che non suoni potenzialmente offensiva. Quando il film uscirà in cassetta, la scena verrà ancora una volta manipolata. La frase del lupo "I'm the Fuller Brush Man - I'm giving a free sample!" cambierà infatti nell'insensata "I'm the Fuller Brush Man - I'm working my way through college" nella prima e poi in tutte le successive versioni home video del cortometraggio. Questa serie di correzioni forzate fa de I Tre Porcellini uno dei film più ritoccati della storia della Disney e dell'animazione statunitense.

SNOW-WHITE | Cortometraggio seriale

GUARDA: [ YOUTUBE ]


Uno dei cartoni animati più famosi e amati di Betty Boop e dei Fleischer Studios. Dave Fleischer è accreditato come regista, anche se praticamente tutta l'animazione viene realizzata da Roland Crandall, il quale riceve l'opportunità di realizzare il corto praticamente da solo come ricompensa per i suoi diversi anni di devozione allo studio dei Fleischer. Il cortometraggio è considerato tutt'ora sia il suo capolavoro assoluto, sia un'importante pietra miliare dell'età d'oro dell'animazione seriale statunitense. Crandall impiega sei mesi per completare il film, che include l'impressionante scena di ballo, animata interamente in rotoscoping, di Cab Calloway mentre canta St. James Infirmary. Nel 1994, il cortometraggio verrà selezionato dalla Biblioteca del Congresso per essere conservato nel National Film Registry degli Stati Uniti d'America e, inoltre, verrà votato 19° tra i cinquanta cartoni animati migliori di tutti i tempi dai professionisti coinvolti nel libro The 50 Greatest Cartoons.

POPEYE THE SAILOR | Cortometraggio seriale

GUARDA: [ YOUTUBE ]


Un altro dei corti più famosi con Betty Boop presenta per la prima volta il volto animato di Popeye, personaggio concesso in licenza ai Fleischer Studios dall'autore del fumetto originale E.C. Segar. Popeye, quando si staccherà da Talkartoons, diventerà il protagonista della serie più popolare della carriera dei fratelli Fleischer e il suo successo supererà in popolarità persino quello di Betty Boop e di Mickey Mouse della Walt Disney Productions.

BUDDY'S DAY OUT | Cortometraggio seriale

L'ex animatore Disney Tom Palmer, primo regista della neonata Leon Schlesinger Productions, crea un clone di Bosko chiamato Buddy per rimpiazzare il precedente protagonista di Looney Toons. Il corto non risulta molto originale e ben presto Schlesinger rimpiazzerà Palmer con Friz Freleng.

THE AIR RACE | Cortometraggio seriale

GUARDA: [ YOUTUBE (bassa qualità) ]


Primo cartoon di Ub Iwerks con il personaggio di Willie Whopper, prodotto da Pat Powers e distribuito dalla Metro-Goldwyn-Mayer. La serie durerà solo pochi episodi, fino al 1934.

JACK AND THE BEANSTALK | Cortometraggio seriale

GUARDA: [ YOUTUBE ]


Primo cartoon della serie ComiColor prodotta da Ub Iwerks e distribuita dalla MGM fino al 1934. Successivamente, i cartoni animati di Iwkers verranno distribuiti dalla Celebrity Pictures di Pat Powers. Il cortometraggio viene interamente realizzato con la tecnologia Cinecolor.

KING KONG | Lungometraggio

GUARDA: [ YOUTUBE (estratti) ]


Classico del cinema fotografico (o live-action) realizzato con gli avanguardistici effetti, setting e modelli animati in stop-motion dei pionieri Willis O'Brien e Marcel Delgado. Il lungometraggio rappresenta, dopo The Lost World (1925), il capostipite dei cosiddetti monster movies, una sotto-categoria del fantasy o della fantascienza che mette in scena gli scontri tra l'uomo e terrificanti creature gigantesche, quasi sempre viste come un nemico da abbattere. Nel 1933, King Kong rivoluziona l'aspetto più spettacolare del grande schermo e, anche grazie a una delle migliori colonne sonore della storia del cinema, raggiunge immediatamente lo status di cult internazionale.

UNE NUIT SUR LE MONT CHAUVE [NIGHT ON BALD MOUNTAIN] | Cortometraggio

GUARDA: [ YOUTUBE ]


I registi Alexander Alexeieff e Claire Parker creano il primo esempio di pinscreen animation, tecnica utilizzata in questo caso per realizzare un adattamento animato della musica di Modest Petrovich Mussorgsky. Questo meraviglioso cortometraggio ispirerà la sezione finale di Fantasia, Una Notte sul Monte Calvo & Ave Maria, diretta da Wilfred Jackson nel 1940. La pinscreen animation consiste in uno schermo formato da perni mobili che possono premere un qualsiasi oggetto su uno sfondo precedentemente disegnato. Mentre i perni agiscono, lo schermo viene illuminato lateralmente in modo da proiettare sullo sfondo le ombre definite degli oggetti. Questa particolare tecnica, la prima che unisce competenze ingegneristiche e qualità artistiche nel mondo dell'animazione, permette di creare film con una gamma di effetti di texture difficilmente riproducibili utilizzando qualsiasi altro metodo di animazione, compreso quello tradizionale.

THE MAD DOCTOR [TOPOLINO E LO SCIENZIATO PAZZO] | Cortometraggio seriale

GUARDA: [ YOUTUBE ]


Classico cartoon di Mickey Mouse con la prima apparizione del personaggio The Mad Doctor, chiamato anche Dr. XXX. Le caratteristiche horror del cortometraggio lo rendono insolito per un cartone animato della Disney, sebbene già nel 1929, con The Skeleton Dance, Walt Disney avesse espresso il suo attaccamento verso un certo tipo di umorismo piuttosto macabro. Alcuni teatri statunitensi si rifiutano di mostrare il corto, credendo che sia troppo spaventoso per i bambini. Per questo motivo, il cartoon viene bandito nel Regno Unito così come nella Germania nazista.

BUILDING A BUILDING [TOPOLINO COSTRUTTORE] | Cortometraggio seriale

GUARDA: [ YOUTUBE ]


Cortometraggio Disney che introduce i cliché (ritmo frenetico, gags continue, romanticismo di fondo) che caratterizzeranno le future storie con protagonisti Mickey Mouse, Minnie e Peg-Leg Pete, personaggio adesso raffigurato come un gatto e non più come un orso come negli anni '20.


力と女の世の中 [IL MONDO DEL POTERE E DELLE DONNE] | Cortometraggio

Primo film d'animazione giapponese sonoro e parlato, diretto da Kenzo Masaoka. Il cortometraggio rappresenta in maniera definita un tipo di umorismo e di grafica tipicamente occidentali che vengono introdotti nell'animazione giapponese da Masaoka all'inizio degli anni '30. Ad oggi, il corto viene considerato perso e introvabile. I lavori del regista orientale influenzeranno in futuro lo stile di disegno "cartoonesco" di Osamu Tezuka, "il dio del manga".


1934

The Wise Little Hen | Manuale Daelar Animation
The Wise Little Hen - Walt Disney | © Walt Disney Pictures

Nel maggio del 1934, Walt Disney annuncia tramite le pagine del New York Times l'inizio dei lavori di pre-produzione del primo lungometraggio realizzato in cel animation nella storia del cinema: Biancaneve e I Sette Nani. Tale progetto titanico, che prevede sequenze in tecnica tradizionale e in rotoscope animation interamente colorate, viene creato dai migliori animatori dello studio, chiamati anche i Nine Old Men (Les Clark, Fred Moore, Wolfgang "Woolie" Reitherman, Ollie Johnston, Frank Thomas, John Lounsbery, Eric Larson, Ward Kimball, Milt Khal e Marc Davis), e vede tra i collaboratori addetti allo storyboard e alla sceneggiatura del film il veterano Earl Hurd, uno degli artisti più seminali e importanti della storia dell'animazione e inventore in persona, assieme a John Randolph Bray, del cel, ovvero del rodovetro.


THE WISE LITTLE HEN | Cortometraggio seriale

GUARDA: [ YOUTUBE ]


Primo cartone animato della Walt Disney Productions con il personaggio iconico Donald Duck, diretto da Wilfred Jackson. Il famoso papero viene caratterizzato in maniera decisamente anonima e inizialmente non ricopre un ruolo principale nelle prime opere in cui fa la sua comparsa. Nei prossimi anni, infatti, l'ascesa del personaggio sarà merito del fumettista e sceneggiatore Carl Barks, "l'uomo dei paperi", che attorno a Donald Duck comincerà a creare un intero universo narrativo (Paperopoli), e a inventare identità altrettanto celebri come Paperon de' Paperoni.

HA! HA! HA! | Cortometraggio seriale

GUARDA: [ YOUTUBE ]


Cartone animato della serie di Betty Boop e ultimo cartoon teatrale in cui compare Koko the Clown. Si tratta di un remake del corto muto The Cure (1924) della serie Ouf of the Inkwell, sempre dei fratelli Fleischer. Ha! Ha! Ha! è famoso per la risata surreale che caratterizza la scena del gas esilarante. I cortometraggi dei Fleischer Studios risultano in assoluto le opere più grottesche, bizzarre e strampalate dell'animazione statunitense degli anni '30.

POOR CINDERELLA | Cortometraggio seriale

GUARDA: [ YOUTUBE ]


Primo corto di Color Classics, serie a colori dei Fleischer prodotta per la Paramount. Siccome Walt Disney detiene ancora i diritti esclusivi sul Technicolor in three strips, o a tre colori, i Fleischer Studios utilizzano il Cinecolor a due colori (rosso e blu) e il Technicolor a due colori (rosso e verde) per realizzare gli episodi del cartoon. Per risparmiare sui costi di produzione, i fratelli Fleischer decidono di colorare solamente i cartoni animati con Betty Boop, il loro personaggio più famoso e proficuo. Betty Boop, a quanto pare, ha i capelli rossi.

HONEYMOON HOTEL | Cortometraggio seriale

GUARDA: [ DailyMotion ]


Primo cortometraggio a colori di Merrie Melodies. Anche Leon Schlesinger è costretto a utilizzare il Cinecolor e il Technicolor a due colori fino al 1935 e, quindi, decide di produrre con questi strumenti solo un altro cartoon della serie dopo Honeymoon Hotel. Merrie Melodies tornerà dunque in bianco e nero per un breve periodo prima di ripassare al colore fino al 1943.

THE DISCONTENTED CANARY | Cortometraggio seriale

GUARDA: [ DailyMotion ]


Primo cortometraggio di Happy Harmonies, serie prodotta da Hugh Harman e Rudolf Ising distribuita dalla Metro-Goldwyn-Mayer fino al 1938. Dal 1934 al 1935, anche questo cartoon verrà prodotto in Technicolor di qualità minore rispetto al three strips. La serie è un chiaro tentativo di Harman, Ising e della MGM di emulare al meglio il sempre più noto e amato cartoon Silly Symphony di Walt Disney. In Happy Harmonies occasionalmente compare ancora Bosko, adesso disegnato con i tratti di un ragazzino quasi realistico e non più del tutto caricaturale.

HOLIDAY LAND | Cortometraggio seriale

GUARDA: [ YOUTUBE ]


Charles Mintz, come la maggior parte dei produttori rivali, tenta di rispondere all'accordo stipulato tra le aziende Technicolor e Walt Disney Productions con una nuova serie, Color Rhapsody, originariamente realizzata in Cinecolor e in Technicolor a due colori e poi, dopo il 1935, creata in Technicolor in three strips. Anche questo cartone animato si presenta non originale, visivamente simile a Silly Symphony, e infatti non attirerà particolarmente il pubblico.

JOLLY LITTLE ELVES | Cortometraggio

GUARDA: [ YOUTUBE ]


Anche il produttore e animatore veterano Walter Lantz comincia a realizzare cartoni animati a colori creando, attraverso le tecnologie Cinecolor e Technicolor a due colori, il cortometraggio Jolly Little Elves per gli Universal Studios.

PASTRY TOWN WEDDING | Cortometraggio seriale

GUARDA: [ YOUTUBE ]


Mentre altri studi appartenenti al mainstream dell'animazione seriale statunitense si affannano per emulare, con scarsi risultati, Silly Symphony della Disney, i Van Beuren Studios abbandonano tutte le produzioni ancora in corso e creano Rainbow Parade, serie animata a colori realizzata interamente con tecniche artigianali.

PEANUT VENDOR [EXPERIMENTAL ANIMATION] | Cortometraggio

GUARDA: [ YOUTUBE ]


Tenebroso cortometraggio realizzato in puppet animation dal regista e animatore Len Lye, assieme a Oskar Fischinger e a pochi altri uno dei più importanti esponenti dell'animazione astratta.

FÉTICHE [THE DEVIL'S BALL] | Lungometraggio

GUARDA: [ YOUTUBE (estratti) ]


Lungometraggio d'animazione francese dalle atmosfere tetre e gotiche, realizzato da Ladislas e Irene Starevitch a partire dal 1934. Degli oltre mille metri di pellicola filmata, solo seicento vengono effettivamente montati per creare la prima versione del film. Successivamente, attraverso il materiale di Fétiche verrà creata, tra il 1934 e il 1937, una serie animata di cinque episodi utilizzando molte scene tagliate dall'opera originale. Nel 1954, con le ulteriori sequenze ancora inedite, l'inesauribile Starevich produrrà, infine, il lungometraggio Una Notte da Leoni.

LA JOIE DE VIVRE [THE JOY OF LIFE] | Cortometraggio

GUARDA: [ YOUTUBE ]


Cartone animato francese che inscena due folletti i quali, inseguendosi nel bosco, finiscono senza pensarci per ballare e saltare pericolosamente da un binario del treno a un altro. Il cortometraggio è prodotto dagli inglesi Hector Hoppin e Anthony Gross della HG Productions.


1935

Komposition in Blau | Manuale Daelar Animation
Komposition in Blau - Oskar Fischinger

Walter Lantz fonda lo studio Walter Lantz Productions e rende la propria casa di produzione indipendente dagli Universal Studios, adesso solo responsabili della distribuzione dei progetti. Il produttore Leon Schlesinger assume un nuovo animatore e regista per svecchiare e per rendere più competitivo il suo studio d'animazione: Tex Avery. Il produttore pone Avery a capo della serie, ancora low-budget, Looney Tunes. L'animatore entra così a far parte della squadra di Friz Freleng e comincia a lavorare nello studio di Schlesinger, una baracca pericolante che i colleghi chiamano affettuosamente "terrazza delle termiti" (Termite Terrace).

THE BAND CONCERT | Cortometraggio seriale

GUARDA: [ YOUTUBE ]


Primo cortometraggio di Mickey Mouse realizzato con il processo Technicolor in three strips, ormai conosciuto esclusivamente come Technicolor. Il personaggio viene parzialmente ridisegnato proprio per la trasposizione dai disegni a inchiostro bianco e nero alla colorazione definita. Sebbene The Band Concert non venga nominato agli Oscar, ancora oggi rimane comunque uno dei cortometraggi Disney più acclamati e più riusciti tra quelli diretti da Wilfred Jackson. Nel 1994, infatti, il film apparirà al 3° posto in The 50 Greatest Cartoons, libro che classifica i migliori cortometraggi della storia dell'animazione in base a una votazione compiuta da mille professionisti del campo. Si tratta del cartone animato Disney con il punteggio più alto nella classifica e l'unico tra i primi cinque a non essere della Warner Bros.

I HAVEN'T GOT A HAT | Cortometraggio seriale

GUARDA: [ DailyMotion ]


Prima apparizione del personaggio Porky Pig. Il tratto più distintivo di Porky è una forte balbuzie, caratteristica che condivide realmente con Joe Dougherty, il suo doppiatore originale. Porky Pig, che sostituisce il poco fortunato Buddy nella serie Looney Toons, diventa il primo volto animato distribuito dalla Warner Bros a raggiungere in breve tempo la popolarità di una stella del cinema. Nel Termite Terrace di Schlesinger, l'animatore Bob Clampett ridisegnerà in futuro il personaggio e renderà più proporzionato e caratterialmente più infantile il paffuto maialino originale.

KOMPOSITION IN BLAU [LIGHT-CONCERT NO. 1] | Cortometraggio

GUARDA: [ Vimeo ]


Cortometraggio sperimentale di Oskar Fischinger, pioniere dell'animazione astratta, regista d'avanguardia e uno degli effettisti (speciali e visivi) più importanti della storia del cinema non solo animato. La censura nazista contro la cosiddetta "arte degenerata" arresta bruscamente lo sviluppo di questa tipologia di animazione alternativa, caratterizzata principalmente da colorazioni che precedono di molti anni la psychedelia, nel periodo che va dal 1933 al 1935.


PAPAGENO | Cortometraggio

Cortometraggio in silhouette animation di Lotte Reiniger, parte del progetto Silhouettes Opernhaus avviato con il film d'animazione Zen Minuten Mozart nel 1930. La serie di corti della Reiniger associano in pieno spirito romantico le musiche di Wolfgang Amadeus Mozart con l'arte del Scherenschitte (ritagli di carta) inventato dalla regista tedesca tra il 1919 e il 1921.


Царь Дурандай [THE TALE OF THE CZAR DURANDAI] | Cortometraggio

Uno dei primi cortometraggi animati dei pionieri dell'animazione sovietica Ivan Ivanov-Vano, Valentina Semyonovna Brumberg e Zinaida Semyonovna Brumberg. Le sorelle Brumberg, già animatrici negli anni '20 assieme a Nikolai Khodataev e Yuri Merkolov, sono considerate "le nonne dell'animazione russa" e, fino agli anni '70, produrranno una serie indefinita di corti e di lungometraggi, prima in compagnia di Khodataev, con cui nel 1928 avevano realizzato The Samoyed Boy, il primo cartone animato disegnato della storia dell'animazione russa, e poi per lo studio Soyuzmultfilm. Ivanov-Vano e le sorelle Brumberg saranno conosciuti in tutto il mondo come alcuni degli esponenti principali dell'animazione sovietica e delle folktales russe animate.

Новый Гулливер [NOVYY GULLIVER] | Lungometraggio

GUARDA: [ YOUTUBE: Full, English subs ]


Primo lungometraggio animato realizzato interamente in stop-motion, siccome il film di Ladislas Starevich Le Roman de Renard, anche se prodotto prima, verrà pubblicato solo nel 1937. Novyy Gulliver, uno dei primi adattamenti cinematografici del romanzo I Viaggi di Gulliver (1726) di Jonathan Swift, viene diretto dal "Walt Disney sovietico" Alexander Ptuschko e rappresenta sia il primo lungometraggio d'animazione realizzato in URSS, sia uno dei primi lungometraggi realizzati mischiando sequenze live-action e animazione assieme a King Kong del 1933. Non a caso, proprio assieme a Willis O'Brien, Ray Harryhausen e anche a Mario Bava, Ptuschko è tutt'ora considerato uno degli effettisti più importanti della prima metà del Novecento. Come altri grandi nomi in questo campo, anche il regista sovietico nasce prima di tutto come esperto del passo-uno e di altri preziosi tricks analogici che ogni professionista custodisce avidamente. Inoltre, in futuro Ptuschko sarà riconosciuto a livello internazionale come uno dei principali cineasti d'animazione sovietici e come uno dei migliori adattatori su pellicola del folklore russo e uralico.

A COLOUR BOX | Cortometraggio

GUARDA: [ archive.org ]


Cortometraggio di animazione astratta, diretto da Len Lye, in cui diverse forme animate danzano a ritmo di musica cubana. Si tratta di una delle prime animazioni dipinte direttamente su pellicola.

THE TORTOISE AND THE HARE | Cortometraggio seriale

GUARDA: [ YOUTUBE ]


Cortometraggio della serie Silly Symphony, diretto da Wilfred Jackson, basato sull'omonima favola di Esopo e vincitore dell'Academy Award al "Miglior cortometraggio d'animazione" nel 1934. Si ritiene che questo cartone animato sia stato una delle principali ispirazioni per l'ideazione di Bugs Bunny, personaggio della Warner Bros che debutterà nel 1940.

WHO KILLED COCK ROBIN? | Cortometraggio seriale

GUARDA: [ YOUTUBE ]


Cortometraggio della serie Silly Symphony basato sulla filastrocca Who Killed Cock Robin? e diretto da David Hand, il futuro primo supervisore dei lungometraggi Disney. Un estratto del cartone animato comparirà nel 1936 nel film Sabotage di Alfred Hitchcock.


----------------------------------------------------------------------------------


| BIBLIOGRAFIA |