• Isaia Silvano | Daelar Animation

Capitolo 6.2: Prima era sperimentale (1965 - 1971)

1965

Un Natale da Charlie Brown | Manuale Daelar Animation
Un Natale da Charlie Brown - Bill Melendez & Charles M. Shulz | © Andrews McMeel Syndication

In seguito a continue sindacazioni interne, la Toei Doga nomina direttore e supervisore generale di una divisione dello studio Yasuo Otsuka, importante membro dello staff dagli anni '50. Otsuka ha piena libertà di scelta sui soggetti da produrre e decide di investire la più grande quantità di denaro mai impiegata per un film d'animazione giapponese fino a quel momento, ben 140 milioni di yen, in un unico progetto: Tajo no Oji Hols no Daiboken. La realizzazione del lungometraggio, conosciuto in Occidente come Il Segreto della Spada del Sole, comincia nel 1965 e vede alla sua prima regia la giovane promessa della Toei Isao Takahata e alle animazioni il già esperto Yasuji Mori in compagnia di un altro astro nascente dello studio, Hayao Miyazaki.


LEGGI: JIRI TRNKA: LA SILENZIOSA BATTAGLIA CONTRO IL TOTALITARISMO

LEGGI: RENÉ LALOUX E ROLAND TOPOR: ALLEGORIE IN REALTÀ SURREALI


West and Soda

Primo film d'animazione di Bruno Bozzetto e terzo lungometraggio prodotto nella storia dell'animazione italiana, dopo La Rosa di Bagdad (1949) di Anton Gino Domeneghini e I Fratelli Dinamite (1949) di Nino Pagot. West and Soda rappresenta una rivoluzione per il cinema "di genere" animato, infatti non solo si tratta di una delle prime opere western nella storia del medium ma in un certo senso anticipa gli "spaghetti western" di Sergio Leone. La produzione del film di Bozzetto comincia nel 1963, mentre il classico cinematografico Per Un Pugno di Dollari viene pubblicato nel 1964. Nonostante questo, West and Soda non può essere di certo considerato il primo western italiano poiché comunque riprende inquadrature e soluzioni registiche dal cinema "leoniano", come ad esempio i primissimi piani sui personaggi e i crescendo del pathos durante i duelli tra pistoleri. Il dibattito è ancora oggi acceso ma sarebbe piuttosto azzardato affermare che Bruno Bozzetto, per quanto rappresenti una delle personalità artistiche più importanti del cinema d'animazione italiano, abbia influenzato Sergio Leone e non viceversa. West and Soda, dal punto di vista tecnico, migliora in maniera evidente la limited animation utilizzata dal regista nei primi anni '60 per realizzare i corti del Signor Rossi. Infatti, grazie anche alla direzione artistica di Guido Manuli, animatore che seguirà per decenni Bozzetto prima di creare opere proprie, e agli sfondi disegnati da Giovanni Mulazzani, il lungometraggio presenta lo stile vivido, espressivo e caricaturale che in futuro il critico Morando Morandini definirà "umorismo grafico". Le animazioni, le musiche e soprattutto le colorazioni che definiscono il film inscrivono West and Soda tra i grandi cult della storia dell'animazione italiana ed europea.


The Great De Gaulle Stone Operation

Primo cortometraggio della serie The Inspector.

Clay [The Origin of Species]

Negli anni '60 e '70, l'animatore indipendente Eliot Noyes Jr. definisce e fa conoscere la tecnica "free-form" clay animation prima con il suo corto Clay, nominato agli Oscar del 1965, e successivamente con altre opere come Sandman del 1975.

The Dot and the Line: A Romance in Lower Mathematics

Cortometraggio d'animazione astratta realizzato da Chuck Jones.

La Demoiselle et le Violoncelliste [The Lady and the Cellist]

Un violoncellista cerca di soccorrere una donna caduta in mare, ma presto si accorge che per farlo deve prima combattere contro terrificanti mostri marini. Si tratta del primo corto diretto da Jean-François Laguionie, regista francese che per decenni ricoprirà un posto importante tra gli artisti di animazione autoriale europei.

A Charlie Brown Christmas [Un Natale da Charlie Brown]

Speciale televisivo animato basato sul fumetto Peanuts di Charles M. Schulz. Viene prodotto da Lee Mendelson e diretto da Bill Melendez. Nel cortometraggio, il protagonista Charlie Brown è molto triste nonostante stia arrivando l'inizio delle allegre festività natalizie. Lucy suggerisce quindi di dirigere una commedia natalizia nel quartiere, ma la sua idea viene ignorata e derisa dai suoi coetanei. Dopo che Linus parla al protagonista del vero significato del Natale, Charlie si rallegra e il gruppo dei Peanuts si riunisce per celebrare le feste. Le geniali strisce a fumetti dei Peanuts diventano un fenomeno in tutto il mondo tra la fine degli anni '50 e la metà degli anni '60 e, per celebrarne la popolarità, viene realizzato questo speciale animato commissionato e sponsorizzato dalla Coca-Cola. Le famose musiche che accompagnano il progetto contengono parti di una colonna sonora jazz composta dal pianista Vince Guaraldi. A Charlie Brown Christmas riceve ottimi voti e consensi dalla critica e viene premiato nel 1965 con un Emmy e un Peabody Award. Il cartone diventerà in seguito un appuntamento molto atteso nelle tv statunitensi e, ogni anno dalla metà degli anni '60, verrà tradizionalmente trasmesso durante il periodo natalizio in tutti gli USA.


ジャングル大帝 [Kimba Il Leone Bianco]

Nel 1965, la Mushi Production decide di produrre la versione animata di uno dei manga più celebri di Tezuka, già edito dal 1951 e famoso in tutto il Giappone: Jungle Taitei, chiamato anche Kimba Il Leone Bianco. L'anime, che riscuote da subito un enorme successo, rappresenta una delle prime serie animate a colori prodotte nel Paese del sol levante.


1966

Cyborg 009 | Manuale Daelar Animation
Cyborg 009 - Yugo Serikawa | © Toei Company

Walt Disney muore di collasso circolatorio causato da un cancro il 15 dicembre del 1966.


魔法使いサリー [Sally La Strega]

Anime della Toei che senza volere darà vita al filone narrativo chiamato mojokko. Dagli anni '80 ad oggi, il genere delle piccole streghette diventerà enormemente popolare con serie come L'Incantevole Creamy, Magica Magica Emi e DoReMi.


Cyborg 009​

Cavalcando il successo riscosso da Astro Boy della casa rivale Mushi, la Toei Doga realizza il lungometraggio Cyborg 009, adattamento animato di uno dei manga più celebri di Shotaro Ishimori. Il film è diretto da Yugo Serikawa, uno dei registi più importanti della Toei assieme a Kimio Yabuki e Taiji Yabushita, regista de La Leggenda del Serpente Bianco. La storia racconta le origini di nove cyborg dotati di superpoteri.


The Drag

Cortometraggio animato di Carlos Marchiori prodotto dal National Film Board of Canada. Il cartone animato, nominato per l'Academy Award al "Miglior cortometraggio d'animazione", fa parte di una campagna promozionale contro il fumo e le sigarette promossa dal Department of National Health and Welfare canadese nel periodo 1966-1967.



1967

Asterix Il Gallico | Manuale Daelar Animation
Asterix Il Gallico - Goscinny & Uderzo | © Dargaud Films

Dopo che la DePatie-Freleng conclude la produzione dei Looney Tunes nel 1967, Bill Hendricks viene messo a capo del nuovo studio di animazione Warner Bros, recentemente battezzato Warner Bros-Seven Arts, e assume animatori veterani come Alex Lovy e LaVerne Harding dallo studio di Walter Lantz, Volus Jones e Ed Solomon dalla Disney, Jaime Diaz, che in seguito lavorerà a The Fairly OddParents, e David Hanan, famoso per la serie Roger Ramjet. Hendricks chiama con sé solo tre degli animatori storici dei Looney Tunes, ovvero Ted Bonniscken, Norman McCabe e Bob Givens. I cartoni animati Warner Bros di quest'epoca vengono sottoposti ad aspre critiche e in futuro saranno ampiamente considerati i peggiori nella storia dello studio. Serie come Cool Cat, Merlin the Magic Mouse, Chimp and Zee e Norman Normal, infatti, vengono da subito etichettate come insensate, rozzamente animate, scritte in modo banale e con un design scadente a causa dei budget estremamente bassi investiti per la loro produzione.

The Jungle Book [Il Libro della Giungla]

Secondo film interamente diretto da Wolfgang Reitherman dopo La Spada nella Roccia e ultimo film in cui viene coinvolto Walt Disney. Dopo la sua morte, i cosiddetti Classici prodotti dalla compagnia riscuoteranno sempre un successo moderato e il dipartimento d'animazione Disney si riprenderà del tutto dal punto di vista finanziario solo nel 1989, anno in cui comincerà il periodo denominato "Rinascimento Disney". Il Libro della Giungla, infatti, anche se incassa decisamente meglio del Classico precedente, non riesce a risollevare economicamente la Walt Disney Productions, che dalla metà degli anni '60 alla fine dei '70 investirà sempre meno denaro nella realizzazione di lungometraggi animati. Ciò si ripercuoterà in maniera visibile sulla qualità tecnica delle prossime opere Disney, aspetto che tuttavia Reitherman saprà prontamente compensare grazie alla sua direzione artistica rivolta agli elementi concettuali e musicali dei film.

Hummingbird

GUARDA: [ YOUTUBE ]


Una delle prime animazioni artistiche prodotte al computer.


忍者武芸帳 [Band of Ninja]

Uno dei lungometraggi animati giapponesi più imponenti degli anni '60, della durata stimata tra i 123 e i 131 minuti di visione, è Tales of the Ninja (Band of Ninja) del regista Nagisa Oshima. Il film, basato sul manga Ninja Bugeicho di Sanpei Shirato, viene realizzato montando e doppiando le pagine in bianco e nero del fumetto originale.


The Box

L'animatore Fred Wolf, dopo aver lavorato all'inizio degli anni '60 a cartoni animati di Hanna & Barbera come The Flinstones e Hey There, It's Yogi Bear!, decide insieme al collega Jimmy Murakami (futuro regista di classici come The Snowman e When the Wind Blows) di fondare un proprio studio di animazione. Il cortometraggio The Box, vincitore dell'Academy Award al "Miglior cortometraggio animato" nel 1967, rappresenta il primo lavoro di successo diretto da Wolf e racconta in chiave comica e surreale la storia biblica dell'Arca di Noè. Negli anni '80, una volta che anche il regista "x-rated" e dissacratorio Charles Swenson si sarà unito allo studio d'animazione, Wolf diventerà uno dei supervisori dell'animazione più importanti degli USA grazie a serie come DuckTales della Walt Disney Pictures e Teenage Mutant Ninja Turtles.


Astérix le Gaulois [Asterix Il Gallico]

Primo film d'animazione con Asterix e Obelix, personaggi nati dai fumetti di Goscinny & Uderzo nel 1959 che negli anni diventeranno le star animate francesi più famose al mondo.


マッハGoGoGo [Mach GoGoGo]

Prima serie che introduce lo sport nell'animazione giapponese. Si tratta del primo prodotto di successo creato da Tatsuo Yoshida, fondatore del piccolo ma estremamente importante studio d'animazione Tatsunoko che in futuro realizzerà anime come Hurricane Polymar e Yattaman.


1968

Film Film Film | Manuale Daelar Animation
Film Film Film - Fyodor Khitruk | © Soyuzmultfilm

Il 1968 è considerato "l'anno dell'horror" dell'animazione giapponese. Tramite serie quali Kitaro GeGeGe, Kaibutsukun, Vampire e Yokai Ningen Bem, il Giappone precede l'animazione occidentale nel definire il genere horror animato, realizzando storie orrorifiche basate sui kaidan eiga, racconti di fantasmi tipici del folklore orientale.


Фильм, фильм, фильм [Film, Film, Film]

Considerato un classico dell'animazione russa, il mediometraggio diretto da Fyodor Khitruk rappresenta un viaggio satirico all'interno dell'industria cinematografica sovietica. Viene distribuito dalla Soyuzmultfilm, il più importante studio di animazione russo, nato nel 1939 per creare ogni genere di prodotto animato in linea con i codici e le indicazioni del partito comunista sovietico.

Picknick Mit Weissmann [Picnic with Weissmann]

Il regista Jan Svankmajer, dopo aver realizzato alcuni corti sperimentali nei primi anni '60, crea Picnic with Weissmann, primo cortometraggio dell'artista cecoslovacco che mette in risalto la sua inconfondibile idea di surrealismo incentrata sull'animazione degli oggetti di scena. Il regista negli anni a seguire darà vita ad una prolifica carriera costellata di capi d'opera che lo faranno riconoscere in tutto il mondo. Assieme a Karel Zeman e Jiri Trnka, Svankmajer rappresenta uno dei mostri sacri dell'animazione cecoslovacca ed è considerato all'unanimità uno degli artisti più importanti del cinema in stop-motion.

バンパイヤ [Vampire]

Il primo vero e proprio fallimento finanziario di Osamu Tezuka è una serie televisiva dai vaghi tratti horror che mischia, per la prima volta in Giappone, riprese dal vivo e animazione tradizionale.


妖怪人間ベム [Yokai Ningen Bem]

Capostipite degli anime splatter-horror, la serie della Daichi Doga, ispirata sia ai kaidan eiga giapponesi, sia ai racconti di Lovecraft, narra le disavventure di Bem, un misterioso essere umano senza pupille, e dei suoi fidati compagni in un mondo popolato da fantasmi in cerca di vendetta e mostri terrificanti.


Putiferio Va Alla Guerra

Secondo film animato prodotto dallo studio milanese Gamma Film dopo La Lunga Calza Verde del 1961. Il lungometraggio, diretto da Roberto Gavioli e basato sul racconto La Guerra Nera di Marco Chiereghin, narra i terribili scontri e la successiva riappacificazione di due tribù di formiche.


太陽の王子 ホルスの大冒険 [La Grande Avventura del Piccolo Principe Valiant - Il Segreto della Spada del Sole]

Negli anni '60, Isao Takahata e Hayao Miyazaki si distinguono tra gli addetti ai lavori della Toei Doga e nel 1965 vengono chiamati per realizzare un lungometraggio animato. Takahata si occupa della regia, mentre Miyazaki, assieme a Yasuji Mori, cura i layout e le animazioni. Il Segreto della Spada del Sole, chiamato qui in Italia col titolo sfiancante La Grande Avventura del Piccolo Principe Valiant per mere ragioni di marketing, rappresenta già la chiara visione personale e del tutto originale che Miyazaki ha del proprio stile di disegno. Il tratto pulito ma ricco di particolari, influenzato in maniera importante dai cartoni animati sovietici di Lev Atamanov e delle sorelle Brumberg, va in controtendenza con l'estetica rotondeggiante e caricaturale che in Giappone va per la maggiore dai tempi di Astro Boy. Il soggetto, scelto da Yasuo Otsuka e Takahata, è tratto da Chikisani no Taiyo, una pièce teatrale scritta in gioventù dallo sceneggiatore del film, Kazuo Fukazawa. La storia, un'avventura epica di genere fantasy classico, si ispira alla tradizione folkloristica degli ainu e mette in luce già alcuni dei futuri capisaldi concettuali di Takahata e Miyazaki come la presenza di personaggi femminili forti e risoluti, il pacifismo e la descrizione di una società rurale in perfetta sintonia con l'ambiente. Per via della sua grafica così "fuori moda", il film risulta un clamoroso flop al botteghino, a tal punto che la Toei decide a poche settimane dall'uscita del film di ritirare il lungometraggio dalle sale cinematografiche giapponesi. Il Segreto della Spada del Sole troverà successo all'estero poco tempo più tardi e negli anni verrà considerato anche in Giappone come una delle colonne portanti dell'animazione mondiale.


Pas de Deux

Cortometraggio di Norman McLaren in cui due danzatori classici eseguono un balletto montato con effetti visivi multi e after-image.

Walking

Ritratto cinematico di Ryan Larkin raffigurante persone che camminano in differenti direzioni.



1969

Il Gatto con gli Stivali | Manuale Daelar Animation
Il Gatto con gli Stivali - Kimio Yabuki | © Toei Company

Alex Lovy lascia lo studio Warner nel 1968 e al suo posto subentra Robert McKimson. Lo storico regista e animatore dei Looney Toons si concentra principalmente sui personaggi ricorrenti che Lovy ha realizzato l'anno prima e su due nuovi personaggi di sua creazione, Bunny e Claude. L'ultimo cortometraggio originale dei Looney Tunes prodotto è Bugged by a Bee e l'ultimo cortometraggio dei Merrie Melodies è Injun Trouble, che condivide il titolo con un corto del 1938. Lo studio Warner Bros-Seven Arts chiude definitivamente nel 1969. In tutta la loro storia, gli episodi creati per i soli Looney Tunes ammontano a 1039.


It's Tough to Be a Bird

Corto educativo diretto da Ward Kimball per la Disney che vince l'Academy Award al "Miglior cortometraggio d'animazione" nel 1970.


千夜一夜物語 [Le Mille e Una Notte]

Primo film d'animazione del progetto Animerama della Mushi Production, trilogia di animazione "adulta" voluta e prodotta da Osamu Tezuka dal 1969 al 1973. Questo primo lungometraggio della serie è diretto da Eiichi Yamamoto, regista degli anime Astro Boy e Kimba Il Leone Bianco, e adatta la fiaba di Aladino alle caratteristiche del progetto: un'estetica ricercata e meno cartoonesca, immagini erotiche e atmosfere allucinogene. Le Mille e Una Notte è il primo film d'animazione x-rated (18+) della storia del cinema, particolare che di solito si attribuisce a Fritz the Cat di Ralph Bakshi (1972), che invece è il primo lungometraggio animato x-rated negli USA. Gli Animerama sono influenzati dai corti provocatori di Yoji Kuri e dall'animazione allegorica europea, ma nonostante questo rispecchiano alcuni degli esperimenti più audaci dell'animazione giapponese. Il terzo film del progetto, Belladonna of Sadness, infatti, rappresenterà nel 1973 il primo vero e proprio capolavoro artistico assoluto della storia del cinema animato orientale.


Винни-Пух [Winnie the Pooh]

Lungometraggio d'animazione della Soyuzmultfilm diretto da Fyodor Khitruk. Il film, basato sul primo libro della serie scritta da A. A. Milne, è la prima parte di una trilogia dedicata a Winnie the Pooh. In seguito, infatti, usciranno Винни-Пух идёт в гости [Winnie-the-Pooh Goes Visiting] (1971) e Винни-Пух и день забот [Winnie-the-Pooh e il giorno della preoccupazione]. Nel 1976, Khitruk riceverà il Premio di Stato dell'URSS per il suo lavoro nel campo dell'animazione. Quando il regista sovietico visiterà i Disney Studios, Wolfgang Reitherman, autore del corto vincitore dell'Academy Award nel 1968 Winnie the Pooh and the Blustery Day, gli confesserà di preferire la versione russa del personaggio a quella statunitense.

Bugged by a Bee

Ultimo corto della serie originale Looney Tunes, diretto da Robert McKimson.

Injun Trouble

Ultimo corto della serie Merrie Melodies, diretto sempre da Robert McKimson.


Времена года [The Seasons of the Year]

Uno dei migliori e più famosi cortometraggi animati di Ivan Ivanov-Vano, pioniere russo della découpage animation e regista principale insieme a Lev Atamanov, Fyodor Khitruk e le sorelle Brumberg delle produzioni Soyuzmultfilm. Dagli anni '30, Ivanov-Vano realizza un vasto numero di corti animati che inscenano storie basate sulla quotidianità vissuta dai sovietici, racconti tradizionali e opere più introspettive spesso accompagnate da musica classica (soprattutto di Johan Sebastian Bach). Ivanov-Vano è il maestro riconosciuto di Yuriy Norshteyn, artigiano e animatore russo che, anche tramite collaborazioni con il suo mentore, incarnerà nel corso degli anni '70 l'espressione artistica del regista in una chiave allegorica molto più astratta, arrivando a creare capolavori senza tempo come Il Riccio nella Nebbia (1975) e Il Racconto dei Racconti (1979).

A Boy Named Charlie Brown [Arriva Charlie Brown]

Primo lungometraggio animato dei Peanuts, diretto da Bill Melendez e scritto da Charles Schulz.


長靴をはいた猫 [Il Gatto con gli Stivali]

Nel marzo del 1969 esce uno dei film d'animazione più famosi della Toei, diretto da Kimio Yabuki con le partecipazioni di Yasuo Otsuka al charcter design e di Yasuji Mori e Hayao Miyazaki alle animazioni. La storia, un libero adattamento del racconto di Charles Perrault, narra le imprese del simpatico gatto Pero in una trama che mescola anche altre fiabe occidentali come Il Lago dei Cigni e La Bella e La Bestia. Il film ottiene un enorme successo alla sua uscita e il personaggio di Pero viene subito decretato mascotte ufficiale della Toei. Infatti, dal 1969 in poi, l'allegro gatto con gli stivali firmerà con il proprio volto sorridente tutte le opere dello studio.


Tintin et le Temple du Soleil [Tintin - Seven Crystal Balls and the Prisoners of the Sun]

Primo film d'animazione con TinTin, personaggio iconico del fumetto franco-belga.


巨人の星 [Tommy e La Stella dei Giants]

Primo film d'animazione tratto dall'anime cult Kyojin no Hoshi del 1968 creato e diretto dal mangaka Ikki Kajiwara (autore anche di Tiger Mask e Ashita no Joe). La serie della casa di produzione Tokyo Movie Shinsha, futura TMS Enterteinment, raffigura per la prima volta in animazione l'attività del baseball, lo sport nazionale giapponese, e riscuote un successo clamoroso tra i ragazzi di tutto il Paese. Rappresenta, infatti, il primo anime spokon (sportivo) capace di coinvolgere da vicino milioni di spettatori. Tra lo staff di produzione dell'anime e del primo lungometraggio figurano artisti di spicco come Satoshi Dezaki e Tsuneisha Ito, sceneggiatori di Mimì e La Nazionale di Pallavolo, Yoshiyuki Tomino, artista chiave dello sviluppo del genere mecha negli anni '70 e '80, Shingo Araki, che in futuro diventerà il character designer più importante della storia dell'animazione giapponese, e il leggendario sceneggiatore Masaki Tsuji, attivo nel campo dell'animazione dagli anni '60 agli '80 nella maggior parte delle opere animate della Toei Doga, della Mushi Production e della Tokyo Movie Shinsha.


アタックNo. 1 [Mimì e La Nazionale di Pallavolo]

Primo anime dedicato allo sport femminile, tratto dal manga di Chikako Urano. La prima delle tante serie animate con Mimì viene realizzata da Satoshi Dezaki, Tsuneisha Ito e Masaki Tsuji.


Our Lady of the Sphere

Cortometraggio dell'animatore sperimentale Larry Jordan, conosciuto in tutto il mondo grazie alla tecnica collage con la quale realizza le proprie opere. Il film, basato sul Libro del Tibet, sarà scelto nel 2010 dalla Libreria del Congresso per essere conservato nel National Film Registry degli USA.


タイガーマスク [Tiger Mask]

Altra serie animata sportiva, creata da Ikki Kagiwara e Naoki Tsuji e prodotta dalla Toei Doga. Il protagonista è un lottatore mascherato da tigre che si guadagna da vivere combattendo sul ring. Si tratta del primo anime prodotto a tema catch (il futuro wrestling) e presenta citazioni e comparse di veri lottatori di fama internazionale dell'epoca come Antonio Inoki e André the Giant.


空飛ぶゆうれい船 [La Misteriosa Nave Volante]

Lungometraggio animato della Toei Doga, tratto dal manga omonimo di Shotaro Ishimori. Tra gli animatori del film figurano Yoichi Kotabe, futuro illustratore ufficiale del videogioco Super Mario, e Hayao Miyazaki, a cui viene lasciata carta bianca per realizzare le superlative sequenze finali.


Psychocratie [To See or Not To See]

L'animatore e regista cecoslovacco Bretislav Pojar lavora dagli anni '40 all'inizio degli anni '60 alle opere del suo mentore Jiri Trnka, diventando così esperto della puppet animation e della tecnica stop-motion. A metà anni '60 si trasferisce in Canada e comincia a realizzare corti animati presso gli studios della National Film Board. Il suo film più famoso è sicuramente To See or Not To See, un'opera breve terrificante in cui Pojar narra l'esistenza della realtà e della paura oggettiva.


サザエさん [Sazae-san]

Tratta dal manga omonimo di Machiko Hasegawa, Sazae-san è per il Guinness dei Primati la serie animata più longeva di sempre (1969-in corso). L'anime racconta la vita quotidiana di una classica famiglia giapponese che affronta in modo umoristico la vita di tutti i giorni. La semplicità dell'estetica e della trama porta la serie a rappresentare in maniera quanto più realistica il ceto medio giapponese. Sazae-san riesce quindi a rinnovarsi puntata dopo puntata mano a mano che il Giappone reale cambia nel tempo.

Scooby Doo

Uno dei franchise di cartoni animati più famosi in assoluto, che comprende diverse serie tv animate prodotte dal 1969 fino ad oggi. La serie originale, Scooby-Doo, Where Are You!, viene creata per la Hanna & Barbera Productions dagli scrittori Joe Ruby e Ken Spears nel 1969. Questa serie cartoon, trasmessa in televisione il sabato mattina, vede i protagonisti, quattro adolescenti e un alano parlante di nome Scooby-Doo, risolvere misteri che coinvolgono creature apparentemente soprannaturali. Dopo il suo successo, Hanna & Barbera e la Warner Bros Animation produrranno numerosi sequel e spin-off tra cui diversi lavori trasversali come speciali televisivi, film per la tv e due lungometraggi cinematografici. Alcune versioni di Scooby-Doo presenteranno diverse variazioni e includeranno, per esempio, personaggi come il cugino di Scooby Scooby-Dum e il nipote Scrappy-Doo in aggiunta o al posto di alcuni dei personaggi originali.

Il cartoon viene originariamente trasmesso sulla CBS dal 1969 al 1975, dopodiché passerà sulla ABC, che manderà in onda lo spettacolo fino a cancellarlo nel 1986 presentando invece uno spin-off con i personaggi da bambini, A Pup Named Scooby-Doo, dal 1988 al 1991. Una nuova serie di Scooby-Doo verrà trasmessa come parte del programma Kids WB su The WB Network e su The CW Network dal 2002 al 2008. Scooby-Doo! Mystery Incorporated verrà invece trasmessa su Cartoon Network dal 2010 al 2013, mentre Be Cool, Scooby-Doo! debutterà sempre su Cartoon Network nel 2015. Le ripetizioni delle varie serie di Scooby-Doo verranno mandate in onda frequentemente sui canali Cartoon Network e Boomerang negli USA e in molti altri Paesi nel mondo. Nel 2013, TV Guide classificherà il cartoon originale il quinto miglior cartone animato televisivo di tutti i tempi.


The Ant and the Aardvark

Primo cortometraggio di The Ant and the Aardvark, serie di diciassette brevi cartoni animati prodotti dalla DePatie-Freleng Enterprises e pubblicati dalla UPA dal 1969 al 1971.



1970

Gli Aristogatti | Manuale Daelar Animation
Gli Aristogatti - Wolfgang Reitherman | © Walt Disney Pictures

Nel 1970, in Giappone esplode definitivamente il genere spokon (sportivo) attraverso film d'animazione tratti dagli anime di fine anni '60, serie che affrontano attività popolari come il calcio, tra cui Akachiki no Eleven, e l'adattamento animato di Ashita no Joe (Joe del Domani), anime che introduce la figura dell'antieroe nell'animazione giapponese.


あしたのジョー [Joe del Domani]

Primo anime cult che raccoglie ed esprime lo spirito popolare giapponese degli anni '60 e '70. Ashita no Joe, tratto dal manga di Ikki Kajiwara (pseudonimo di Asao Takamori) e Tetsuya Chiba, stravolge il mondo spensierato delle serie animate giapponesi introducendovi figure ambigue, alienate e complesse come l'antieroe, in questo caso il protagonista Joe. L'intreccio dell'opera, riflesso in animazioni dinamiche e graficamente sporche e fumose, racconta una storia epica, piena di rabbia e desiderio di riscatto che riesce a rappresentare in maniera espressiva e schietta la situazione sociale di crisi ideale e miseria che sta affrontando il Giappone del boom economico. L'anime viene diretto per la maggior parte degli episodi dal fratello dello sceneggiatore Satoshi Dezaki, Osamu Dezaki, giovane animatore prodigio della Mushi Production che proprio con Ashita no Joe comincia ad impostare il proprio stile di regia innovativo. Dezaki, personalità che in futuro diventerà tra le più importanti e influenti dell'animazione nipponica, inizia infatti a distinguersi utilizzando per la prima volta negli anime soluzioni registiche di scuola espressionista come inquadrature oblique e tecniche di montaggio come lo spleet screen e il fermo immagine. La riforma stilistica di Osamu Dezaki, che negli anni '80 verrà ripresa e perfezionata da Yoshiaki Kawajiri e Mamoru Oshii, si presenta ancora non definita in Ashita no Joe, tuttavia lancia il regista tra i nomi più promettenti della Mushi di Tezuka.

The Aristocats [Gli Aristogatti]

Dopo aver supervisionato Il Libro della Giungla, Reitherman decide di osare adesso che Walt Disney non è più a capo degli studios. Gli Aristogatti rappresenta, infatti, la summa dei canoni disincantati propri del regista, che in questo film punta tutto sui personaggi, sulle gags e, soprattutto, sul ritmo. Il risultato è uno dei migliori Classici Disney dai tempi di Bambi, un capo d'opera realizzato su una solida base costituita da una storia avvincente, dei personaggi caratterizzati in maniera del tutto originale, un'animazione xerografica di bassa qualità compensata da colori sgargianti e accesi e una colonna sonora originale di George Bruns che scatena sfrenate composizioni jazz e dixieland. Le atmosfere sospese e il gusto nero della commedia, elementi già in parte presenti ne La Carica dei 101, ricordano classici della comicità anni '50 e '60 di Blake Edwards e Billy Wilder. Dopo Gli Aristogatti, che riscuote un discreto successo, la Disney continua a non avere a disposizione i soldi per impiegare budget cospicui nella creazione di lungometraggi animati. Inoltre, l'azienda sta producendo sempre più opere trasversali come film live-action, documentari, trasmissioni televisive e rappresentazioni teatrali, dunque, il reparto d'animazione non viene più considerato la priorità assoluta sulla quale investire.


海底3万マイル [20.000 Leghe Sotto I Mari]

Lungometraggio animato della Toei Doga tratto da un soggetto di Shotaro Ishimori. 3.000 Miglia Sottomarine in Italia è conosciuto come 20.000 Leghe Sotto I Mari erroneamente, visto che del capitano Nemo e del Nautilus non vi sono le minime tracce. Il film è diretto da Takeshi Tamiya. Per tutti gli anni '70, la Toei continuerà a produrre anime basati sulle opere di Ishimori, cognome che il mangaka cambierà in Ishinomori nel 1986 per ragioni superstiziose legate al numero di caratteri del nome familiare. Il geniale autore di Cyborg 009 e di Sabu to Ichi Torimono Hikae, storia di due detective samurai ambientata nel Giappone feudale, sarà tra il 1971 e il 1973 l'artefice dei rivoluzionari programmi tv Kamar Rider e Super Sentai, show che poi evolverà in Power Rangers.


クレオパトラ [Cleopatra]

Secondo lungometraggio d'animazione "x-rated" della trilogia Animerama, diretto da Eiichi Yamamoto e Osamu Tezuka. Il film, realizzato secondo i canoni estetici del progetto, narra in chiave fantasy la vita dell'imperatrice Cleopatra. Al contrario de Le Mille e Una Notte del 1969, questo lungometraggio risulta un enorme flop e causa gravi perdite monetarie allo studio Mushi.


昆虫物語 みなしごハッチ [Le Avventure dell'Ape Magà]

Lo studio Tatsunoko di Tatsuo Yoshida realizza un anime dallo spirito controverso, a volte comico-demenziale e altre volte drammatico e tragico. Questa dualità sarà bene o male sempre presente nelle opere di Yoshida e caratterizzerà alcune delle serie animate più importanti degli anni '70 come Yattaman. Ne Le Avventure dell'Ape Magà, serie diretta da Ippei Kuri (pseudonimo di Toyoharu Yoshida), fratello di Tatsuo, il piccolo protagonista Hutch deve cercare la madre in un mondo popolato da civiltà "entomologiche" che ricordano il Giappone feudale. Tra le (dis)avventure dell'insetto, interpretato come femmina e rinominato Magà nella versione italiana, accadono situazioni spiazzanti come innamoramenti che finiscono in morti tragiche e fughe da ragni giganteschi più simili a demoni che ad animali. Tra lo staff produttivo di qualche episodio fa la sua comparsa Yoshiyuki Tomino, futuro creatore della rivoluzionaria serie animata Mobile Suit Gundam, già all'inizio degli anni '60 co-sceneggiatore e addetto agli storyboard di Astro Boy.


1971

La Linea | Manuale Daelar Animation
La Linea - Osvaldo Cavandoli | Brunetto Del Vita | © SEB | © Lagostina

Lucky Luke (Daisy Town)

Primo lungometraggio d'animazione con il personaggio del fumetto franco-belga Lucky Luke, il serafico pistolero cacciatore di taglie creato da Morris nel 1946. Nel 1978 verrà prodotto un famoso sequel chiamato Lucky Luke: La Ballade des Dalton. Entrambi i film sono diretti dall'autore di fumetti, animatore e regista francese René Goscinny. Nel 1983 verrà prodotto un terzo film d'animazione del franchise, Les Dalton En Cavale, diretto invece negli USA da Hanna & Barbera.


The Point!

Lungometraggio d'animazione, diretto e prodotto da Fred Wolf della Murakami-Wolf Productions, realizzato per accompagnare e adattare il sesto disco dell'artista pop-rock Harry Nilsson. Si tratta del secondo film animato creato appositamente per un album musicale, dopo Yellow Submarine (1969), e rappresenta il primo lungometraggio della storia ad essere trasmesso in prima serata alla televisione. Il film di Wolf racconta le avventure di un bambino dalla testa tonda in un mondo in cui tutto, dagli oggetti agli esseri viventi, è a forma di punta.


ルパン三世 [Le Avventure di Lupin III]

Nel 1971 viene distribuita la prima serie di uno degli anime più importanti di sempre. Lupin Sansei, in Italia conosciuto come Le Avventure di Lupin III, viene prodotto dalla Tokyo Movie Shinsha adattando e animando piuttosto fedelmente il manga originale creato da Kazuhiko Kato (in arte Monkey Punch). Il responsabile artistico di questa prima serie è Yasuo Otsuka, maestro riconosciuto di Hayao Miyazaki che infatti nei prossimi anni, soprattutto tra il 1977 e il 1979, coinvolgerà sempre di più il giovane e geniale animatore all'interno dello staff creativo dell'anime. Lupin Sansei rappresenta una rivoluzione totale nell'animazione giapponese per quanto riguarda la caratterizzazione dei personaggi. I protagonisti delle puntate, infatti, dal ladro donnaiolo Lupin III alla furba e affascinante controparte femminile Fujiko Mine, dal cowboy-gangster Daisuke Jigen al riflessivo maestro di spada Goemon Ishikawa fino ad arrivare al "nemico" ispettore Zenigata sono tutte proposte originali, provocatorie, tanto caricaturali quanto avvincenti di personaggi fuori dalla norma, colmi di personalità e di caratteri(stiche) peculiari. In questa prima serie, inoltre, l'eco del manga di Monkey Punch si percepisce ancora in maniera importante e tratteggia la narrativa dell'anime con situazioni davvero poco romantiche e quasi da commedia nera.


Се́ча при Ке́рженце [The Battle of Kerzhenets]

Yuriy Norshteyn comincia a lavorare presso la Soyuzmultfilm nel 1961, partecipando a numerosi cortometraggi in qualità di animatore. Nel biennio 1968-1969 realizza e dirige le sue prime opere animate assieme agli storici artisti e registi sovietici Arkadiy Tyurin e Ivan-Ivanov Vano. Il primo cortometraggio co-diretto da Norshteyn è 25th October - The First Day, cartone animato che inscena l'avvio della Rivoluzione Russa utilizzando artworks ed elementi grafici futuristi tipici degli anni '20. Successivamente Norshteyn partecipa al corto Seasons of the Year di Ivan Ivanov-Vano, suo mentore col quale collabora anche nel 1971 per la creazione di The Battle of Kerzhenets, uno dei capolavori della storia dell'animazione sovietica. L'opera breve narra l'antica leggenda de La Città Invisibile di Kitezth e racconta in particolare la sanguinosa battaglia tra russi e mongoli che avvenne nelle steppe ad est di Mosca tra il XIV e il XV secolo. Il cortometraggio viene realizzato in stop-motion utilizzando iconografie e affreschi medioevali che raffigurano sia cavalieri e altri personaggi del film, sia simboli del Cristianesimo come la Vergine Maria. La musica che accompagna The Battle of Kerzhenets è tratta dall'opera classica in quattro atti The Legend of the Invisible City of Kitezh and the Maiden Fevroniya (1903-1904) di Nikolai Rimsky-Korsakov. Il risultato finale diretto da Norshteyn e Ivanov-Vano rappresenta uno dei migliori, più epici e potenti cortometraggi mai stati realizzati nella storia dell'animazione.

Žvahlav aneb šaticky slameného Huberta [Jabberwocky]

Uno dei migliori cortometraggi in stop-motion di Jan Svankmajer. Jabberwocky è una poesia "nonsense" scritta da Lewis Carroll e racconta la caccia e l'uccisione di una misteriosa creatura chiamata "Jabberwock". Il racconto è incluso nel suo romanzo del 1871 Through the Looking-Glass e in What Alice Found There, il seguito di Alice's Adventures in Wonderland (1865). Svankmajer inscena una serie di sequenze bizzarre utilizzando giocattoli e pupazzi, creando così uno dei film più surreali e criptici della sua intera carriera.

La Linea [The Line]

GUARDA: [ YOUTUBE: primo episodio ]


Cartone animato italiano creato dal fumettista Osvaldo Cavandoli. La serie è composta da 90 cortometraggi, trasmessi originariamente sul canale RAI tra il 1971 e il 1986 nel programma chiamato Carosello: celebre raccolta di cortometraggi animati pubblicitari che fa conoscere l'animazione italiana in tutto il mondo tra la metà dei '60 e i primi '70. Nel corso degli anni, infatti, La Linea verrà mandata in onda in più di quaranta Paesi. Il cartone animato di Cavandoli rappresenta l'idea più estrema, geniale e minimale di limited animation che sia mai stata concepita e realizzata; l'apice dello stile UPA che dagli anni '40 non ha mai smesso di rinnovarsi. A causa della breve durata degli episodi, la serie animata verrà spesso utilizzata in molte reti televisive come programma d'intermezzo, tuttavia sarà sempre ricordata come uno degli esperimenti grafici più riusciti della storia dell'animazione seriale occidentale. La celebre melodia che accompagna il cartone animato è composta da Franco Godi.


さすらいの太陽 [Jane e Micci]

Prima apparizione tra i disegnatori accreditati di Yoshikazu Yasuhiko, artista che in futuro diventerà uno dei character designer più apprezzati, importanti e riconoscibili all'interno del panorama seriale e cinematografico dell'animazione giapponese.


ふしぎなメルモ [Melmo]

Fushigina Melmo, anime tratto dal manga omonimo di Osamu Tezuka, rappresenta una delle opere più complesse dello studio Mushi sui piani psicologico, tematico e intellettuale. La storia narra di una madre, ormai morente e prossima al paradiso, che dona alla figlia delle pillole magiche, dei confetti capaci di far crescere la protagonista fino all'età adulta o di farla regredire allo stato fetale in modo da poter rinascere in qualsiasi forma animale. Grazie ai confetti la piccola Melmo può così prendersi cura del fratellino, tuttavia si troverà spesso in difficoltà poiché anche in un corpo adulto la sua mentalità rimarrà sempre quella di una bambina.


Bedknobs and Broomsticks [Pomi d'Ottone e Manici di Scopa]

Secondo film in tecnica mista diretto da Robert Stevenson e prodotto dalla Walt Disney Productions. Il film, basato sui romanzi Il Magico Pomo d'Ottone e Falò e Manici di Scopa della scrittrice Mary Norton, riscuote da subito un enorme successo al botteghino, anche grazie alle canzoni dei fratelli Sherman, e in futuro sarà ricordato assieme a Mary Poppins come una delle migliori commedie musicali in parte animate della storia del cinema.


----------------------------------------------------------------------------------


APPROFONDIMENTI


1965:

- Ruka [The Hand] | Jiri Trnka: la silenziosa battaglia contro il totalitarismo

- Les Escargots [The Snails] | René Laloux e Roland Topor: allegorie in realtà surreali


----------------------------------------------------------------------------------


| BIBLIOGRAFIA |